Tappa 6: Sveti Stefan – Budva

Passiamo la giornata in mare, che da queste parti è me-ra-vi-glio-so! Trasparente, azzurro, fresco.. e si riesce anche a ritagliarsi uno spazio tranquillo in una delle tante baie lungo la costa a sud del campeggio. Di pesciolame non ne avvistiamo moltissimo, come del resto in tutta la vacanza, però i colori del mare attorno agli scogli è ipnotico. Gran parte delle baie si presenta sassosa e ovunque è adatto a maschera e boccaglio.

La sera mio malincuore ci immergiamo nel caos di Budva. Una città rovinata dal turismo (soprattutto russo), così piena di gente che se ci lanciano una bomba la popolazione russa si dimezza. Soprattutto quella femminile, e a detta di Luca sarebbe un gran peccato. Il centro storico si sviluppa in una serie di callette dentro le mura, sarebbe carino ma non è valorizzato. Fuori delle mura: decine di bancarelle e discoteche all’aperto. Fuori dal centro pedonale: mega alberghi in costruzione, dei veri dinosauri di cemento.

Cena a Budva al ristorante Terasa

by Ilaria Stella

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*