Tappa 14: Mljet

Mi rendo conto che ieri era ferragosto… e non è successo nulla di strano. Ed è già parecchio strano… che la tanto fatal ricorrenza che ogni anno ci riserva sorprese sia saltata? La risposta di lì a breve J.  L’evento che non ti puoi dimenticare è lì dietro l’angolo, ha colpito solo un giorno in ritardo. E a ben pensarci, noi la gita a Mljet l’avevamo programmata proprio per il 15 e poi per puro caso è slittata… ooora è tutto chiarito, Watson!

Il traghetto parte da Lumbarda alle 9 ed è prenotabile anche in anticipo presso l’ufficio turistico del paese. La traversata è durata quasi due ore, complice il fatto che il mare non era proprio tranquillo. All’arrivo sull’isola si deve pagare un biglietto per accedere al parco naturale che comprende una passeggiata fino ad un primo laghetto di acqua salata (e calda!) e un traghetto che ci trasporta dall’adiacente lago maggiore fino al monastero costruito su una minuscola isoletta interna.

Ed ecco l’evento tanto atteso: il rientro a Korcula è allucinante!!! Alla partenza i marinai ci spiegano di stare assolutamente seduti e vietano di sostare a poppa e a prua. Insomma capisco subito che sarebbe opportuno trovare un posto sul fianco esterno del traghetto con la possibilità di fissare un punto all’orizzonte. Non so bene cosa accade durante le due ore di traversata perché me ne sto immobile e ben aggrappata ad un corrimano senza mai girarmi, il mare è veramente agitato (ammetto che certe ondate sono anche divertenti come le montagne russe). Ho solo visto che ad un certo punto è iniziata la distribuzione di sacchettini a gogo e all’arrivo in porto Luca ha deciso di battezzare il mezzo di trasporto col nome “vomitino boat”… :-PPPP Ahhhhh, il nostro ferragosto in ritardo!!! Adesso sì che rispettiamo la tradizione J

 Traghetto Lumbarda- Pomena: 400 kn in due a/r (50 euro), ingresso Mljet Natural Park: 200 kn in due (25 euro).

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*