Warning: A non-numeric value encountered in /membri/iltav/blog/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5763

Discesa in kayak del fiume Drava

Un percorso ideale per chi vuole imparare bene i fondamentali del kayak.

Punto d'imbarco Leisach

Descrizione discesa in kayak del fiume Drava-Drau in Austria

Imbarco della discesa in kayak della Drava

Il fiume Drava è una vera palestra per i kayakers. Il tratto che abbiamo disceso si presta infatti in maniera eccezionale ad effettuare ripetitivamente i fondamentali del kayak. Sui due lati del fiume ci sono periodicamente massi e morte che permettono a chi scende di rifare lo stessa manovra in maniera continuativa (colpo spinta, aggancio…) e di affinare la propria tecnica. In più lungo il fiume si trova un campo da slalom molto didattico.

 Caratteristiche del fiume

LIVELLO: II-III grado

LUNGHEZZA DEL TRATTO: Circa 3km e mezzo (è possibile partire molto più a monte)

LARGHEZZA DEL FIUME: Costante attorno ai 10m

Come arrivare al punto d’imbarco sulla Drau/Drava

Abbiamo sceso solo un piccolo tratto a causa della scarsità d’acqua e del fatto che non conoscevamo il percorso integrale. Prima di intraprendere la discesa del fiume Drava in kayak (Drau in tedesco) conviene sincerarsi del livello del fiume all’idrometro posto alla fine del campo da slalom. Un livello ottimale dovrebbe essere attorno ai 90 mentre noi lo abbiamo trovato a 60. Forse proprio il fatto che ci fosse poca acqua ci ha permesso di godere delle morte accentuate che i grossi massi riescono a creare.

C’è un imbarco facile con relativa spiaggetta  a Leisach-Gries a pochi chilometri dal centro di Lienz (vedi traccia GPS). Si trova nelle vicinanze di un campo da calcio. Una strada forestale interdetta alle macchine dovrebbe costeggiare tutto il fiume per cui è possibile visionare gran parte del percorso.

 La discesa in kayak della Drau/Drava da Leisach-Gries a Lienz

La spiaggetta si trova ad una cinquantina di metri da una rapida e di fronte alla confluenza con un altro torrente. Il fiume è sostanzialmente dritto fino a Lienz. Ci sono poche rapide, abbastanza visibili dal fiume ed è possibile scendere dal kayak per visionarle. Con poca acqua possono mettere il kayaker in difficoltà per la presenza di massi affioranti semi-nascosti che possono compromettere l’assetto e causare dei ribaltamenti. Il pericolo più grande di questo fiume sono proprio i massi appena sotto il pelo dell’acqua. Meglio avere un buon eskimo o, se si deve stappare, conviene pensare a mettersi in una posizione di sicurezza per evitare brutti impatti.

Il primo tratto che arriva al campo da slalom è caratterizzato da una serie di rapide non difficili ma dove bisogna selezionare bene la linea da prendere. Già da qui si può fare allenamento sui numerosi massi che costeggiano il fiume.

Il campo da slalom per il kayak sulla Drava a Lienz

Il campo da slalom è, a mio avviso, molto tecnico ed istruttivo. Ci sono infatti una serie di grossi massi proprio al centro del fiume che generano delle morte sostenute e l’acqua percorre delle grandi S in cui è importante anticipare bene i movimenti per non schiantarsi contro le rocce. Si può trasbordare alla fine del campo da slalom e ripetere numerose volte questo percorso.

Dopo il campo da slalom c’è un tratto dove si possono ripetere all’infinito i gesti tecnici del kayak. Sulle rive del fiume ad intervalli quasi regolari si trovano dei grossi massi in cui è possibile fare degli ingressi in morta, delle partenze con il colpo spinta o si può saltare da una sponda all’altra facendo dei traghetti. E’ un tratto molto ripetitivo perfetto per chi vuole imparare a padroneggiare al meglio la propria barca.

Lo sbarco non è molto comodo ed è nei pressi del ponte vicino alla stazione ferroviaria di Lienz dove si trova anche un ampio e comodo parcheggio. Sicuramente quando c’è molta acqua è difficile uscire sotto al ponte e conviene posticipare l’uscita…meglio fare una verifica prima di partire per la gita visto che comunque il tratto è breve. E’ possibile trovare altre informazioni sulla discesa in kayak del fiume Drava/Drau sulla pagina dedicata del sito CKfiumi.net

 

Commenti finali white water kayaking Drau/Drava

Si consiglia di prestare attenzione al fatto che siccome la Drava/Drau ha un percorso pressochè rettilineo diventa difficoltoso il recupero del materiale in caso di bagni. Con un livello d’acqua basso tuttavia anche in caso si dovesse rimanere a mollo non è difficile raggiungere una delle sponde ed entrare in morta. L’unica accortazza deve essere quella di mettersi in posizione di sicurezza per evitare di impattare in malo modo contro le rocce sul fondo. E’ possibile visionare ogni tratto del fiume dalla pista ciclabile Dobbiaco-Lienz e fare sicurezza dalle sue sponde.