Tappa 4: Bocche di Cattaro – Fiordo di Kotor

Salutiamo Dubrovnik con la promessa di ripassare lungo la strada del rientro (promessa che riusciremo a mantenere) e arriviamo al mitico Crna Gora, il Montenegro!!! La tappa si presenta impegnativa per l’assenza di vie autostradali ma ciò era già noto ai due piloti (uno dei due viene nel frattempo soprannominato Pisolo (io!!!), chissà perché?). Da Herceg Novi la strada diventa interessante con begli scorci sul fiordo e decidiamo di passare il pomeriggio a Morinj su una spiaggetta vicino al Camping Naluka. Piccolissimo e dotato di bagni mediocri ma perfettamente nello standard montenegrino, troviamo posto giusto un paio d’ore prima che registri il tutto esaurito. Il Montenegro è un paese che molti turisti visitano seguendo un viaggio itinerante, abbiamo già incontrato una buona parte delle persone che vediamo in giro.

Dedichiamo la serata e la cena a Perast, ameno e minuscolo paese di pescatori a pochi chilometri da Morinj. Vanto del luogo è il campanile di 55 metri.. peccato che di sera non venga illuminato. A meno di imbarcarsi in una specie di disco-battello che, partendo probabilmente da Kotor, passa vicino alla costa e fra le isolette dirimpettaie illuminando a giorno tutto intorno.

 

Camping Naluka: 15 euro in due. Cena Perast 45 euro in due.

Dubrovnik – Perast: 80 km

 

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*